AES - Servizi Integrativi e complementari

I servizi integrativi e complementari, sono interventi di carattere ricreativo e di assistenza presso le scuole del territorio finalizzati a favorire i tempi di conciliazione famiglia-lavoro e garantire interventi di supporto educativo alle famiglie.

Tali servizi comprendono prioritariamente: i servizi pre/post scuola finalizzati a garantire ai minori un “prolungamento” di permanenza a scuola oltre al normale orario scolastico curriculare in entrata e in uscita, l’assistenza educativa a favore dei disabili frequentanti il CRE.

A chi è rivolto il servizio:

I servizi integrativi e complementari si rivolgono alla popolazione scolastica in generale, afferente agli Istituti Comprensivi dei comuni in gestione associata Assistenza Educativa Scolastica
 

Chi può richiederlo:

Il servizio viene richiesto e attivato all’interno degli Istituti Comprensivi di riferimento; le aperture seguono il calendario scolastico.
 

Dove rivolgersi:

  • Dirigente scolastico dell’Istituto frequentato
  • Servizi Sociali del Comune di residenza
 

Ufficio di competenza

Territorio di competenza:

Ambito territoriale Isola Bergamasca e Bassa Val San Martino – Comuni Gestione Associata AES
(Ambivere, Bottanuco, Bonate Sotto, Brembate di Sopra, Calusco d’Adda, Capriate San Gervasio, Caprino Bergamasco, Chignolo d’Isola, Madone, Mapello, Medolago, Ponte San Pietro, Pontida, Solza, Suisio) 


Operatori:

Responsabile Area Servizi Educativi, Assistenti Sociali comunali, Assistenti Educatori, Istituti Comprensivi di Riferimento.
 

Riferimenti Legislativi (normativa):

  • L.R. 31/1980 “Diritto allo studio - norme di attuazione”
  • Decreto Legislativo 16 aprile 1994, n. 297: “Testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado, e di ogni altra disposizione in materia”
  • Legge n. 328/2000: “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”
  • Legge regionale 12 marzo 2008 n. 3: “Governo della rete degli interventi e dei servizi alla persona in ambito sociale e sociosanitario” e s.m.i.;
  • Piano di Zona 2018/2020, approvato dall’Assemblea dei Sindaci in data 15/06/2019.

Vedi anche:

 

Data ultima modifica: 04-04-2019

Punto di Ascolto

Il Punto di Ascolto si propone di agevolare la comunicazione e la relazione attraverso l’ascolto dei disagi personali.  

torna all'inizio del contenuto