16 luglio 2019
LUG162019

SMART COMMUNITY ISOLA: PROGETTARE INSIEME PER CONCILIARE IL TEMPO DI VITA CON QUELLO LAVORATIVO ANNO 2019/2020

SMART COMMUNITY ISOLA: PROGETTARE INSIEME PER CONCILIARE IL TEMPO DI VITA CON QUELLO LAVORATIVO ANNO 2019/2020

L’AZIENDA ISOLA, nel marzo del 2014, ha sottoscritto l’Accordo Territoriale sulla Conciliazione entrando nelle Rete Territoriale con Capofila l’ATS Bergamo.

Nel 2017 in qualità di Ente Capofila ha costituito l’Alleanza Locale con: Consorzio Mestieri di Milano, Istituto Comprensivo di Calusco d’Adda, Istituto Comprensivo di Terno d’Isola, Associazione Genitori di Calusco D’Adda, Associazione Centro Italiano Femminile di Terno d’Isola, Cooperativa Sociale Città del Sole e Studio Paserio & partners di Gallarate (VA) al fine di promuovere nel nostro territorio una progettualità in merito alla Conciliazione dei tempi di lavoro con le esigenze familiari.

La progettualità prevista per il periodo 2019/2020, co-finanziata da Regione Lombardia, mira ad organizzare servizi educativi-animativi e di supporto scolastico per favorire i genitori lavoratori e conciliare il loro tempo di lavoro con quello dei bisogni di vita della loro famiglia.

Che cosa offre: servizi di accoglienza, animazione, supporto compiti, ludico-ricreativo, laboratori per minori di età compresa tra i 6 e i 16 anni, in orari extrascolastici e in periodi di chiusura scolastica, quali:
- Pre scuola  
- Post scuola   
- Attività di extra scuola 
- Ludocompiti durante le vacanze scolastiche a Natale

Le attività sono svolte nelle sedi degli Enti ed Associazioni che hanno aderito all’Alleanza territoriale.  

Il progetto intende approfondire le tematiche di welfare aziendale in stretto raccordo con le aziende del territorio interessate.

Smart Community Isola: progettare insieme per conciliare il tempo di vita con quello lavorativo - Anno 2019/2020
Modulo Iscrizione AS 2019/2020

<<< ... 111213141516171819 ... >>>

Punto di Ascolto

Il Punto di Ascolto si propone di agevolare la comunicazione e la relazione attraverso l’ascolto dei disagi personali.  

torna all'inizio del contenuto